Get Adobe Flash player

Il nostro Sponsor

Bar Pasticceria
Prodotti Tipici
CHOCOLAT
log1-60
Orario docenti-classi
2017.09.06 Piano delle attivita Docenti

Calendario scolastico

Circolari
 al 19/10/2017 fino alla n. 76
 
Avvisi
al 19/10/2017 fino al n. 47
 
Archivio circolari avvisi

Sportelli didattici

Studio all'estero
 
abroad connection
Soggiorni
"full-immersion"
presso una High School
selezionata "su misura"
in base alle esigenze
e desideri in Australia,
Nuova Zelanda,
Canada o negli Stati Uniti
con una durata
a partire da 1 mese
fino ad 1 anno.
Consulenze gratuite
e non vincolanti
Baby Parking
 
Parola Baby Parking small

Sportello Emergency

Rete della Salute (2015-2016)

 
 
Vai al PROGETTO (2014-2015)
 
 

Banner arancio piccolo colori saturi 2

Referente per il nostro Istituto: la Prof.ssa Roberta Pilotto

 

Dall’anno scolastico 2013-2014 il nostro Istituto ha aderito alla Rete delle Scuole che promuovono Salute, nata in seguito all’Intesa sottoscritta nel luglio del 2011 tra Regione Lombardia e l’USR per la Lombardia e che esplicita la strategia condivisa dalle due istituzioni sul tema della promozione della salute all’interno del contesto scolastico. 

Cardine dell’Intesa, è la concezione che la promozione della salute "non è una responsabilità esclusiva del settore sanitario, ma va al di là degli stili di vita e punta al benessere" (The Ottawa Charter for Health Promotion, WHO, 1986) e che la scuola, luogo di apprendimento e di sviluppo di competenze e al tempo stesso contesto sociale in cui agiscono molteplici determinanti di salute, ha piena titolarità nel governo dei processi di salute, nella consapevolezza che tali aspetti influenzino significativamente il successo formativo. Il modello d’azione delle Scuole che promuovono salute interpreta e ridefinisce, legandoli alla realtà del nostro territorio, i documenti internazionali ed in particolare la Risoluzione di Vilnius della Rete Europea delle Scuole che promuovono salute "Better Schools Through Health: The Third European Conference On Health Promoting Schools", Vilnius, Lithuania SHE (2009).

 

Le Scuole che aderiscono alla Rete si impegnano a:

1. orientare il POF alla promozione della salute, intesa secondo il Modello di cui all’Intesa 14.07.2011 "La scuola lombarda che promuove salute";

2. declinare il proprio "profilo di salute", individuare priorità d’azione e pianificare il processo di miglioramento - nei quattro ambiti di intervento strategici riportati all’art. 2 - utilizzando gli strumenti predisposti dalla Rete;

3. realizzare annualmente almeno 2 buone pratiche per ciascuno degli ambiti di intervento strategici e a rendicontare le azioni intraprese;

4. documentare le azioni svolte, alimentando il sistema informativo della Rete (sito web, newsletter, ecc.).

e adottano un approccio globale (secondo quanto individuato dall’Intesa) in quattro ambiti di intervento: 

1. sviluppare le competenze individuali, potenziando conoscenze e abilità adottando un curriculum formativo che comprenda in modo strutturale tematiche sulla salute, curando la formazione continua del personale

2. qualificare l’ambiente sociale e promuovere clima e relazioni positive, favorendo l’ascolto e l’accoglienza, offrendo sostegno alle persone in difficoltà, promuovendo il senso di appartenenza e migliorando il clima scolastico

3. migliorare l’ambiente strutturale e organizzativo, creando e trasformando spazi e servizi favorevoli alla salute, definendo modalità di utilizzo di spazi e tempi su criteri di salute e benessere

4. rafforzare la collaborazione comunitaria, costruendo alleanze positive cercando la collaborazione delle famiglie, della ASL, degli Enti locali

Le Scuole della Rete lombarda delle scuole che promuovono salute (SPS)

• riconoscono che la promozione della salute  necessita contestualmente di interventi orientati all’individuo ("sviluppare le competenze individuali") e di interventi orientati all’ambiente ("qualificare l’ambiente sociale; migliorare l’ambiente strutturale e organizzativo; rafforzare la collaborazione comunitaria") 

• promuovono la pianificazione da parte delle Scuole aderenti alla Rete di interventi di tipo informativo, comportamentale/sociale, politico/ambientale, pensati e realizzati con un approccio multi-disciplinare  e multi-professionale  e in un’ottica di progettazione e valutazione partecipata (cioè con il coinvolgimento attivo di tutti gli attori interessati: alunni, insegnanti, altri operatori scolastici, famiglie, decisori locali).
 

 
hbsc1
 
“Cos’è HBSC”

HBSC (Health Behaviour School-aged children) è una delle più significative ricerche internazionali sulle abitudini di vita e lo stato di salute degli studenti di 11, 13 e 15 anni. Lo scopo finale è disporre di dati per programmare politiche e interventi utili a promuovere e migliorare il benessere degli adolescenti.

Chi promuove la ricerca

A livello internazionale lo studio HBSC è promosso dall’Organizzazione Mondiale della sanità. La raccolta dati avviene ogni 4 anni dal 1982 e coinvolge 44 Paesi.

L’Italia partecipa allo studio HBSC dall’edizione 2001/2002.

HBSC Lombardia è promossa dalla Regione Lombardia in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale. Nell’edizione 2009/2010 lo studio ha coinvolto oltre 3500 studenti.

Quali strumenti per la diffusione dei dati

L’Istituto Superiore di Sanità mette a disposizione di genitori e insegnanti una sintesi dei dati raccolti, confrontando gli studenti Europei, Italiani e Lombardi rispetto ai temi del benessere scolastico, della dieta e dell’attività fisica, del consumo di alcol e tabacco.

Nel sito dedicato sono presenti 4 focus paper che sintetizzano i dati relativi alle seguenti aree di indagine:

• i ragazzi e la scuola
• i ragazzi e il fumo
• i ragazzi e l’alcol
• i ragazzi, l’alimentazione e l’attività fisica.