Erasmus+ aa. 2017-2019

Il progetto

Contesto del progetto

Negli ultimi anni, gli attacchi terroristici e l’estremismo violento si sono diffusi in tutta Europa e hanno rappresentato e continuano ad essere una minaccia alla sicurezza dei cittadini, ai valori fondamentali di libertà, democrazia, uguaglianza, rispetto della legge, ai diritti umani e alla dignità delle persone. Gli sviluppi allarmanti si trovano in contrapposizione alla visione della società secondo l’Unione Europea, caratterizzata invece dal pluralismo, dalla mancanza di discriminazione, dalla tolleranza, dalla giustizia, dalla solidarietà e dall’uguaglianza di genere.
In linea con la Dichiarazione di Parigi e ricordando il ruolo cruciale e strategico della formazione per aiutare ad affrontare i cambiamenti socio-economici e le sfide dell’Unione Europea, le scuole di cinque Paesi hanno deciso di stabilire un progetto interdisciplinare, transnazionale e multilingue per uno scambio di buone pratiche, il cui scopo è di guidare gli studenti a:

  • acquisire competenze sociali, civiche e interculturali e sottolineare in modo energico i valori democratici, i diritti fondamentali e la cittadinanza attiva;
  • sviluppare il pensiero critico e la letteratura dei media per favorire una resistenza a tutte le forme di discriminazione e indottrinamento;
  • promuovere il dialogo interculturale attraverso tutte le forme di apprendimento, in accordo con altre politiche rilevanti.

Obiettivi

Gli obiettivi individuati sono:

  • lo sviluppo di approcci innovativi integrati, per promuovere i valori dell’UE favorendo la cittadinanza attiva e l’integrazione sociale e per sottolineare la comprensione interculturale e il senso di appartenenza alla comunità;
  • il miglioramento delle abilità di base e trasversali degli alunni attraverso una formazione formale ed informale, in una prospettiva di life long learning;
  • la promozione dell’internazionalizzazione e il miglioramento della qualità dello staff docente, delle sue abilità e competenze, nonché lo sviluppo di sinergie tra i vari partners a livello europeo;
  • l’aumento dell’attrattiva e della visibilità di ogni singola scuola.

Profilo dei partecipanti

Il partneriato è composto da cinque diverse scuole dell’Austria, Croazia, Grecia, Italia e Spagna. Il target dei partecipanti riguarda alunni delle scuole superiori in età compresa tra i 15 e i 18 anni. Gruppi di lavoro di sedici ragazzi saranno formati nelle rispettive scuole. Otto ragazzi, alternandosi, prenderanno parte ad attività learning transnazionali e agiranno per estendere quanto acquisito agli altri del gruppo e nella comunità scolastica.

Attività e metodo

Vengono pianificate le seguenti attività:

  • Preparazione dei materiali per lo scambio attraverso:
    • video multilingue di presentazione delle scuole e delle loro città;
    • materiali di esposizione multilingue e interdisciplinari preparati in modo che le scuole partecipanti al progetto possano integrarle nei loro piani di studi;
    • preparazione interculturale degli studenti impegnati nello scambio;
      eventi pubblici scolastici ed extrascolastici.
  • Attività transnazionali di apprendimento, insegnamento ed educazione attraverso:
    • la presentazione e lo scambio dei testi preparati appositamente e dei loro risultati;
      documenti e interviste derivanti da visite didattiche a organismi europei regionali e/o di coordinamento;
    • premi per i lavori migliori;
    • eventi pubblici scolastici ed extrascolastici;
    • lo scambio con istituzioni non partecipanti mediante l’uso di nuove tecnologie.

Descrizione dei risultati

Vengono pianificati i seguenti risultati: sito web del progetto, account Facebook e YouTube, pianificazione di alcune lezioni, video di documentazione, presentazioni Power-Point, opuscoli, testi per e-book, guide, materiali per formatori, ecc. La pubblicazione multilingue e interdisciplinare di tutto il progetto viene prevista in modo che possa essere integrata nel piano scolastico di altre scuole e Paesi.

Descrizione dell’impatto sui partecipanti

I risultati da perseguire saranno i seguenti:

  • una comprensione più profonda dei temi di “Cittadinanza attiva”;
  • uno sviluppo di approcci innovativi integrati che promuovano i valori comunitari europei, che evidenzino la cittadinanza attiva e l’integrazione sociale, sottolineando la comprensione interculturale e il senso di appartenenza alla comunità;
  • un miglioramento delle abilità di base e trasversali degli alunni attraverso una formazione formale ed informale in una prospettiva di life long learning;
  • un rafforzamento delle abilità didattiche dello staff docente;
  • un incremento dell’internazionalizzazione;
  • una sensibilizzazione e una consapevolezza sociale della dimensione europea circa la formazione e le sue priorità;
  • un aumento dell’attrattiva e della visibilità di ogni singola scuola.

Benefici a lungo termine

Alla fine del progetto, i buoni esiti concreti e umani continueranno ad essere disponibili e potranno essere usati da ulteriori fruitori. Inoltre, strumenti appropriati saranno implementati allo scopo di costituire una risorsa sostanziale ed economica per assicurare la sostenibilità.
Come risultato delle attività realizzate e degli esiti ottenuti, saranno riscontrabili i seguenti benefici a lungo termine:

  • un cambiamento di mentalità dei partecipanti coinvolti nel progetto, realizzata da una maggiore conoscenza, una migliore comprensione dell’argomento e una volontà di essere più attivi nella loro società;
  • stimoli per futuri sviluppi;
  • l’interesse di altri a partecipare a futuri progetti Erasmus+;
  • il trasferimento dei risultati del progetto a nuove aree;
  • la promozione di valori dell’UE.

Il nostro Istituto è coinvolto in tre scambi: i primi due sono stati già svolti nel febbraio 2018 (in Austria) e nell’aprile 2018 (in Croazia); il terzo sarà alla fine di ottobre 2018 (in Italia). 
Negli anni 2015-2017 l’Istituto ha partecipato al programma Erasmus+ con la realizzazione di un altro progetto, dal titolo “Mens sana in corpore sano. Food, Nutrition, eating habits, health and disease at European schools as an intercultural mirror”.
Referenti di entrambi i progetti sono le prof.sse Mara Belluzzi e Monica Adele Vielmi.

 VISITA IL SITO DEL PROGETTO 
 GUARDA LA PAGINA FACEBOOK DEL PROGETTO 
 GUARDA I VIDEO DEL CANALE YOUTUBE DEL PROGETTO 

 VISITA IL SITO DEL PROGRAMMA ERASMUS+  

 VAI ALLA PAGINA DEL PROGETTO SUL VECCHIO SITO 
 VAI ALLA PAGINA DEL PROGETTO 2015-2017 SUL VECCHIO SITO